aderisci-projects

Lingue

Italian Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish

Caratteri

Fratelli Monfortani PDF Stampa E-mail

Mia esperienza con Fratelli Monfortani:

SRIIIIIIIIIIKKKDopo una esperienza nei villaggi, le conclusioni da trarre attraverso questa preziosa esperienza nella vita dei villaggi tribali, sono molte.

Ho potuto vedere in prima persona, scoprire e capire, la grande Opera dei fratelli Montfortani  in queste terre a favore dei più poveri.  Sono diventato quindi spettatore  partecipe di questa evoluzione sociale di queste comunità attualmente  impegnate, assieme ai loro fratelli, nella realizzazione di un vivere possibilmente meno problematico. Ma questo particolare vivere mi ha  fatto comprendere, ancora una  Volta, come in questa nostra società,  dove ci sono giorni in cui tutto sembra ruotare in senso contrario alla  logica, dove lo spreco è all’ordine del giorno e dove  tanta gente vive  nella superficialità, esistono anche fratelli disposti a spendere la  loro vita esclusivamente per dare l’istruzione a questa gente tribale.

Veramente fa molto riflettere.  Fa pensare come in tante nostre  comunità, modernizzate, civilizzate, che si definiscono istruite e colte, vige una realtà progressista solo verso finti valori. Con la logica conclusione che ci si allontana dai veri obiettivi della vita, primo fra tutti, la carità verso il prossimo.

Invece qui, la professionalità, la serietà, l’educazione e la collaborazione, il  rispetto per il prossimo, la possibilità di un sicuro avvenire, la  fratellanza comune e la disciplina, hanno contribuito a dare un marchio di garanzia all’istruzione e al futuro di questi ragazzi e il nome di  tale sicurezza è Montfort .

Grazie all’impegno con cui i fratelli  Montfortani di San Gabriele vivono questa loro chiamata vocazionale, oggi, in Andhra  Pradesh  parlare di istruzione è sinonimo di Monfortani, dove c’è istruzione c’è  speranza.

Ecco il motto di questa realtà e quella scuola, costruita  con enormi sacrifici, ma soprattutto, anche con enormi  risultati  ottenuti, oggi è diventata il primo grande simbolo di quella speranza. C’è quindi da ben sperare che questo possa essere solo l’inizio di un  continuo evolversi alla continua e comune costruzione di un futuro  sempre migliore.   Io, che vivo in una società ben particolare, con  esigenze e problematiche così diverse dai villaggi tribali, mi sento  quindi onorato per aver avuto la possibilità, di condividere e  percorrere, sia pur per breve tempo, strade parallele e comuni con questi  fratelli  Montfortani.

Onorato per aver incontrato persone così  dedite al prossimo.

Giuseppe Dei Rossi