aderisci-projects

Lingue

Italian Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish

Caratteri

Questi bambini pregano il buon Dio per noi PDF Stampa E-mail

baccaro_webCarissimo Fratel Matteo,
Ti ringraziamo per l'invito all'assemblea dei benefattori che avrà luogo a Istrana, primo ottobre 2005. Poiché noi e in particolare mia moglie, non stiamo molto bene, non ci è possibile viaggiare, quindi le inviamo questa nostra testimonianza e le promettiamo che saremo presenti all'assemblea spiritualmente anche se non fisicamente.

Noi, coniugi Baccario Antonio e Rizzi Giuseppina abitanti in via Provinciale N.47/B nel comune di Roccamandolfi (IS), testimoniamo quanto segue:

Nell'anno 1985 un nostro amico ci propose un'adozione a distanza per aiutare i bambini dell'India donando un sussidio mensile per lo studio. Così tramite Fratel Matteo, residente a Istrana (TV), dove svolge l'attività caritatevole delle adozioni a distanza dei bambini dell'India, adottammo la bambina Annamma. La piccola, orfana di padre e di famiglia numerosa ma volenterosa di studiare, aveva bisogno di aiuto per raggiungere la scuola più vicina, nonché di libri e del materiale di cancelleria occorrente.

Siamo stati in contatto con lei fino al 2003, ci scriveva spesso in inglese, all'inizio con l'aiuto di uno che abita vicino alla sua casa e dopo alcuni anni da sola, mettendoci al corrente dello svolgimento della sua vita, ringraziandoci e ricordandoci nelle sue preghiere. In questi 17 anni ha studiato laureandosi in Economia e Commercio e dopo la laurea ha partecipato ad un corso di informatica, tutto questo grazie alla poca distanza del suo villaggio da una cittadina. In seguito si è sposata, ci ha mandato delle foto e, nelle lettere successive, anche il marito ci salutava e ringraziava. Padre Matteo, di nuovo, così ci ha proposto di adottare un'altra bambina, visto che ormai Annamma aveva raggiunto l'istruzione desiderata.

Ora stiamo dando una mano ad una bambina di 12 anni di nome Toicy-Tomy che vive nel villaggio di Kattachira, distretto di Kottayam nello Stato del Kerala in India. Anche lei è orfana di padre e vive con due fratelli più piccoli e la mamma malata. Scrive spesso in inglese, ci ringrazia, prega per noi e dice che con il nostro sussidio, oltre a studiare, aiuta anche la famiglia.

Nell'arco di questi anni abbiamo fatto conoscere la realtà dell'adozione a distanza a parenti e amici ed oggi nel nostro paesino di 1200 abitanti, 23 famiglie aiutano bambini indiani.

Grazie alla bontà di tutte le famiglie generose, questi bambini possono andare a scuola e quindi migliorare le loro condizioni di vita evitando di rimanere nell'ignoranza. Questi bambini pregano il buon Dio per noi e noi siamo contenti di fare questo piccolo gesto per loro.

Nel 2004 Padre Matteo è venuto da noi nel Molise per conoscerci, per ringraziarci e farci vedere le foto dei villaggi in India dove abitano i bambini assistiti.

Antonio Baccaro e Giuseppina Rizzi

Roccamandolfi ( IS )
03 Settembre 2005