aderisci-projects

Lingue

Italian Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish

Caratteri

Bortolato Claudia scrive PDF Stampa E-mail

Caro fratel Matteo,
sono sempre più convinta che Madre Teresa ci abbia fatto incontrare.
claudia-bortolatoQuando sono stata in India nel 2006 ho visitato una scuola... I bambini hanno toccato profondamente il mio cuore e mi sono promessa di adottarne uno a distanza.
Il mio desiderio era quello di trovare un'associazione che avesse contatti con le suore di Madre Teresa. Ho parlato del mio progetto a diverse persone nella speranza che qualcuno mi potesse aiutare. Mi sono detta: "Claudia vedrai che le porte si apriranno da sole".
A settembre ho pensato: "Claudia non sei ancora riuscita ad adottare un bimbo!" Qualche giorno dopo, il 06.09.2006, sono venuta ad un incontro di preghiera al Ca' Florens, con mamma, papà e Marilisa. A fine incontro, mentre ci stavamo avvicinando alla macchina, con un sorriso luminosissimo ci hai salutati. Ci hai detto che eri indiano del Kerala. Con un'immensa gioia nel cuore ti ho risposto che sono stata in Kerala a gennaio e che mi ero promessa di adottare un bambino a distanza.
Ci hai detto che fate adozioni a distanza e che hai collaborato personalmente con Madre Teresa. Ci hai invitati nel tuo studio facendoci vedere il sito internet delle adozioni. fratel-matteo-introduce-benefattori-a-madreRicordo che una foto ti ritraeva con Madre Teresa ed una con papa Giovanni Paolo II.
Il mio cuore si è riempito di immensa gioia. Ti ho detto: "non è casuale se siamo qui, nulla succede per caso!" Sia io che mia sorella abbiamo adottato subito un bambino.
Quel seme messo nel mio cuore da Madre Teresa ha germogliato dando frutti... E grazie alla Santa Protettrice delle Adozioni la storia d'amore continua...
Martedì scorso, 26 maggio, abbiamo fatto l'ultimo incontro di yoga ad Istrana. Ad ogni persona del Gruppo Donne di Istrana è stata consegnata la testimonianza della donazione a favore dei bambini indiani (vedi file allegato). Sul retro del foglio ho dedicato, a tutte le "Matitine" del Gruppo, la poesia di Madre Teresa:
Io sono come una piccola matita
nelle Sue mani, nient'altro.
E' Lui che pensa.
E' Lui che scrive.
La matita non ha nulla
a che fare con tutto questo.
La matita deve solo
poter essere usata
.... Ed ho aggiunto: "Ognuno di noi, grazie a questo progetto, ha contributo a scrivere una bellissima pagina di solidarietà e di amore".
Ho detto al Gruppo che hai pubblicato la testimonianza in internet ed ho letto le parole di ringraziamento che ci hai dedicato: "Grazie Paola, Claudia e tutte le donne del gruppo Donne di Istrana. Il mio intimo si apre a voi con gratitudine. Fratel Matteo."
Gli occhi delle persone si sono illuminati.
E' proprio vero si è più ricchi nel donare che nel ricevere. E come disse Madre Teresa: "Semina la gioia nel giardino di tuo fratello e la vedrai fiorire nel tuo."

Con gioia,
Bortolato Claudia
Martedì 2 giugno 2009