aderisci-projects

Calendario

Lingue

Italian Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish

Caratteri

Venite a me, vi darò ristoro. PDF Stampa E-mail

Prendete su di voi il mio giogo!

E’ un vero programma di vita: poter avvicinarci a Lui, prendere il suo giogo e trovare riposo. La promessa di Gesù si compie davvero: chi abbraccia la propria croce con amore sperimenta che essa è un giogo dolce e un peso leggero, perché in realtà è Lui che porta la maggiore parte del peso per noi.

“ Di notte anela a te l’anima mia, al mattino dentro di me il mio spirito ti cerca… Signore, ci concederai la pace”: così il profeta Isaia trasmetteva l’anelito profondo che scaturiva dal cuore del popolo eletto.  E’ una ricerca profonda di Dio, della fonte della vera pace del cuore in mezzo a tutte le tribolazioni della vita. Ma il nuovo Testamento ci ha portato precisamente la realizzazione piena di queste aspirazioni. Le parole di Gesù, “Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro… Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero...” sorpresero i contemporanei e sorprendono profondamente anche noi. Chi può dire delle parole come quelle? Davvero in Lui si manifesta la misericordia di Dio che è capace di farci trovare la via della vera felicità per le vie più misteriose.

VANGELO (Mt 11,28-30)
Io sono mite e umile di cuore.

+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse: 
«Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. 
Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».